Chi non sa interpretare il cambiamento come opportunità si condanna a subirne i rischi (e a pagarne i costi) - A.Rosina

articoli

Riattivare i NEET: da vittime della crisi a protagonisti della crescita

L’Italia sta perdendo i suoi giovani, quelli che, con un’età compresa tra i 20 e i 30 anni, si formano meno, lavorano meno, guadagnano meno e fanno meno carriera, vivono meno esperienze di autonomia e hanno meno figli rispetto ai coetanei degli altri paesi avanzati. Tra questi, i NEET, persi nel nebuloso percorso tra l’uscita dalla scuola e l’ingresso nel mercato del lavoro, sperimentano le condizioni peggiori e vivono l’angoscioso paradosso di vedersi trasformati da potenziale risorsa per la crescita in costo sociale. Alcune misure, come il programma Garanzia giovani, sono già state messe in campo per contrastare il fenomeno. Ma non bastano. Occorre fare di più e decidere se in Italia le nuove generazioni sono le principali vittime di un paese rassegnato al declino o se vogliamo che siano le risorse principali di un paese che vuole tornare a crescere e a essere competitivo.

vai all'articolo

agenda

30/05/2016
21
IMPACT HUB FIRENZE
Millennials. Le sfide, i valori, il ritratto del mondo che verrà Via Panciatichi, 10-14, Firenze, FI, Italia

Mediateca

commenti e riflessioni

Accendersi per non rassegnarsi all'oscurità

Rosina_Il degiovanimento infelice dell’Italia

C'è chi maledice l'oscurità, tu prova ad accendere una piccola luce. Chi maledice l'oscurità ti dirà: "perché hai acceso una luce così piccola, era meglio il buio che l'illusione di poter vedere qualcosa". Tu rispondigli: "Era meglio se accendevi anche tu una piccola luce. E se tanti come noi lo facessero il veder qualcosa non sarebbe più solo una illusione".  

Il valore del fare più di quanto richiesto

Ci sono persone per le quali qualsiasi alibi è buono per far di meno. Io una volta tanto vorrei ringraziare chi, senza che gli venga esplicitamente chiesto, fa di più. Lavora un po' di più per ottenere un miglior risultato, studia un po' di più del programma dato, dà un po' più tempo e attenzione al rapporto con gli altri, si informa un po' di più rispetto a quanto scrivono i giornali, pensa un po' di più a chi verrà dopo di lui/lei. Grazie, perché quello che fate in più è il contributo più prezioso per cercare di rendere il domani un luogo migliore di oggi.