chi sono

Docente universitario e saggista. Studia le trasformazioni demografiche, i mutamenti  sociali, la diffusione di comportamenti innovativi.

Alessandro Rosina – oltre a professore ordinario di Demografia e Statistica sociale nella Facoltà di Economia dell’Università Cattolica di Milano, dove è anche Direttore del centro di ricerca LSA (Laboratorio di statistica applicata alle decisioni economico aziendali) – è Presidente dell’associazione InnovarexIncludere, tra i fondatori della rivista online Neodemos; coordina inoltre la realizzazione della principale indagine italiana sulle nuove generazioni (“Rapporto giovani” dell’Istituto G. Toniolo).

E’ stato membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Statistica e dell’Associazione Italiana di Studi sulla Popolazione. Fa attualmente parte del collegio dei docenti del Dottorato in “Statistica e Matematica per la Finanza” di Milano-Bicocca. Ha partecipato come esperto a Commissioni Istat e Ministeriali.

Ha al suo attivo molte pubblicazioni scientifiche e divulgative. Tra i libri più recenti “Non è un paese per giovani. L’anomalia italiana: una generazione senza voce“, (con E. Ambrosi, Marsilio, 2009), ”Famiglie sole. Sopravvivere con un welfare inefficiente”, (con D.Del Boca, Il Mulino, 2009),  “Goodbye Malthus. Il futuro della popolazione: dalla crescita della quantità alla qualità della crescita”, (con M.L. Tanturri, Rubbettino editore, 2011), “L’Italia che non cresce. Gli alibi di un paese immobile” (Laterza, 2013), “Demografia” (con A.De Rose, Egea).

E’ editorialista de La Repubblica, scrive e ha scritto inoltre per varie testate nazionali (Il Sole 24 Ore, Il Mattino, L’Avvenire, Il Fatto quotidiano, Il Giorno) e riviste politico culturali (Il Mulino, Vita e Pensiero, ItalianiEuropei, Le Scienze).

La sua passione? La demografia, e tutto ciò che ruota attorno. Analizza e approfondisce, in particolare, temi quali la transizione alla vita adulta, il degiovanimento,  il capitale umano e la mobilità internazionale dei talenti, le politiche familiari, il welfare e l’innovazione sociale, la longevità (è tra i fondatori del portale Osservatorio Senior) e le nuove fasi della vita.